Jota triestina, Goulash ungherese, Polenta friulana

Convivio della Mitteleuropa 

Cibo e Vino, Storie e Canzoni

delle Nostre Tradizioni

con Janos Hasur (goulash e violino)

e Federico Orso (jota, polenta e narrazioni)

 

Strassoldo – via Gradisca, 3

sabato 21 febbraio 2015 alle ore 20:30

 

Sabato 21 febbraio, nell’incantata cornice del borgo di Strassoldo, autentico scrigno di storia plurimillenaria ed antico baluardo della cultura mitteleuropea, Janos Hasur (violinista ungherese) e Federico Orso (contastorie friulano) saranno protagonisti di una serata unica ed esclusiva, imperdibile, con un convivio a base di cibi, vini, storie e musiche delle terre e delle genti che fino a un secolo fa hanno condiviso le vicende leggendarie del Patriarcato di Aquileia e del Sacro Romano Impero.

Jota triestina, goulash ungherese e polenta friulana saranno preparati, cucinati e portati in tavola da Janos e Federico, che poi – dopo aver cenato con i commensali – li accompagneranno in un viaggio nella cultura e nella storia del cibo e dell’alimentazione di queste terre, con musiche e leggende a tema.


La serata sarà, pure, l’occasione per la presentazione della farina di polenta “Rôs dai Patriàrcs”, prodotta con una vecchia varietà locale di mais coltivata secondo usi e lavorazioni tradizionali, oltre che per l’anticipazione - con un autentico scoop - dello spettacolo “Tokaji & Tocai” la cui anteprima si svolgerà nel mese di marzo presso il castello Formentini di San Floriano del Collio per poi partire in un tour internazionale.

La partecipazione all’evento prevede un costo individuale di 25 euro, da pagarsi all'arrivo, comprensivo della cena con jota, goulash e polenta, oltre ad acqua e vino, e del recital di Janos e Federico.

L'evento inizierà alle 20:30: in precedenza, a partire dalle 18:00, sarà organizzato un breve tour di visita e conoscenza al borgo medievale dei castelli d'acqua di Strassoldo, dedicato ai convitati.

L’evento è riservato a 100 persone, per cui chi fosse interessato è invitato a informarsi e prenotarsi presso il BarAcca di Strassoldo (tel. 347 76 46 471) entro mercoledì 18 febbraio. Info logisitiche e viarie saranno trasmesse a mezzo posta elettronica.

Una curiosità: è previsto il menù alternativo per vegani e vegetariani con jota senza carne, verze e formaggio di capra con polenta "Rôs dai Patriàrcs".

 Della serie: quando Civiltà contadina, Tradizione orale e Cultura artistica vanno a Tavola assieme...Saluta