L'ANTEPRIMA DI TOKAJI & TOCAI AL CASTELLO FORMENTINI

Applausi e congratulazioni hanno sancito l’entusiastico verdetto del pubblico all’anteprima dello spettacolo “Tokaji & Tocai – Musiche e Parole a raccontar le Storie di due Fratelli gemelli” domenica sera 29 marzo nel Salone dell’Arazzo del Castello Formentini di San Floriano del Collio.

In poco più di un’ora di teatro-canzone multilingue, fra citazioni tratte da poesia, letteratura e musica dell'Arte internazionale (da Omero a Hemingway, da Beethoven a Verdi) e brani raccolti dalle tradizioni orali e dalle Civiltà contadine magiare e friulane, Janos Hasur e Federico Orso (autori e attori) hanno raccontato ai presenti la storia ed il mito del vino, a cominciare da Noè, decimo patriarca della Bibbia, per passare al Patriarcato di Aquileia ed a Santo Stefano Primo Re d'Ungheria arrivando a Baudelaire e Neruda.

Concludendo, infine, con la dote di una nobildonna friulana che nel XVII secolo andava in sposa ad un nobile magiaro con 300 barbatelle di Tocai... E questo è stato il momento focale della serata con l’esibizione di un documento originale ed eccezionale: l’inventario della dote con cui la contessa di San Floriano Aurora Formentini, nel 1632, andava in sposa in Ungheria al conte Adam Batthyany portando con sé “vitti di toccai… 300”.

Un affascinante viaggio nella Cultura del "Nettare degli Dei" con uno spettacolo effervescente, simpatico, poetico, ironico e... "politico" nel senso etimologico della parola, dedicato in particolare alle vicende di due celebri vini, il Tokaji ungherese ed il Tocai friulano, che natura e storia hanno voluto fratelli e che speculazione e burocrazia umane hanno inteso dividere, addirittura negando ad uno di essi la propria identità!

A seguire, i convitati (imprenditori, giornalisti, operatori culturali, sommelier e musicisti, oltre a semplici appassionati di vino e di cultura) hanno partecipato alla sontuosa cena predisposta dallo chef Massimo De Belli nel Salone del Fuoco del castello.

Da noi intervistati, Janos Hasur e Federico Orso hanno spiegato che “Tokaji & Tocai” ha già un calendario di repliche, sia presso il Castello di San Floriano sia in altri suggestivi contesti, precisando che – per chi fosse interessato ad ospitarlo – lo spettacolo è stato predisposto per essere allestito ovunque: una cantina, un cantinone, un'azienda, un capannone, un teatrino, un teatrone, un cortile, una piazza, un'osteria, un ristorante e così via.


Per tutte le info, per il calendario e per i dettagli della scheda tecnica, si può consultare questo link.